Quel che resta del giorno

HOME   WORKS   GRAPHICS   CERAMICS    BIOGRAPHY   NEWS   CONTACT

 

Titolo: Quel che resta del giorno

Tecnica: terracotta ingobbiata

Dimensioni: dia. 160cm h max. 10cm

Anno: 2013

Descrizione: installazione composta da 65 elementi modellati a mano e colorati ad engobbio. L’intera composizione è costituita da due moduli geometrici ripetuti ed accostati tra loro così da formare la grande matrice a stella. La posizione di ciascuno è libera, cosicchè ogni installazione sarà diversa dalla precedente. Inoltre l’intera composizione può pensarsi anche manchevole di alcuni elementi e questi ultimi possono vivere di vita autonoma come singole sculture. I singoli elementi sono pensati come scatole che racchiudono brandelli di paesaggi urbani, domestici, astratti o metafisici, i quali si rivelano solo ad una osservazione più attenta e ravvicinata, lasciando affiorare vaghi richiami figurativi al mondo antropizzato. Diversamente, ad una certa distanza, l’insieme appare indistinto, similmente ad un accumulo casuale di materiali, sui volumi dei quali la luce e l’ombra creano infinite alternanze. Il colore o non-colore nero diviene il legante di questi elementi formali ed un mezzo per far parlare la forma soltanto attraverso la luce e il chiaroscuro. Ma è anche un'allusione all'assenza, assenza di vita, di profondità e verità, da cui il titolo che richiama una dimensione di oscurità: tutto appare raggelato e immobile come se fosse solo una proiezione inanimata della realtà, un pallido riflesso delle meravigliose potenzialità umane. Ma nell’indistinto emerge una mano che stringe nelle dita un pomo d’oro, simbolo della speranza e del potere insito in ciascuno di “accendere” la luce della rinascita e della speranza.

ellen g.

ellen g.

ellen g.

ellen g.

ellen g.

ellen+g.

ellen+g.

ellen+g.

ellen+g.

ellen+g.